Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

Costituita la Gran Loggia d'Albania, un ponte di dialogo nell'Europa degli uomini liberi

Il Gran Maestro Raffi: "La Libera Muratoria unisce lì dove nel mondo profano sussiste invece odio etnico o religioso"

Un cantiere di confronto, una realtà giovane che fa parlare speranza e progetto. Venerdì 14 ottobre, si è tenuta la cerimonia di installazione della Gran Loggia di Albania, con il contestuale insediamento del neoeletto Gran Maestro, Elton Çaçi, di soli 36 anni, e dei Grandi Dignitari. La cerimonia, è stata officiata dal Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, coadiuvato nella circostanza dai Gran Maestri Aggiunti e dai Grandi Dignitari del GOI. Le note del brano "Initium" del Maestro Bruno Battisti d'Amario, Consigliere dell'Ordine del Lazio, hanno accompagnato le parole rituali pronunciate dal Gran Maestro Raffi e dai Grandi Maestri insedianti, Thomas Jackson, Segretario Esecutivo della Conferenza Mondiale delle Grandi Logge e Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d'Italia, Petar Kostic, Gran Maestro …

La Massoneria in Albania

Oggi nasce la Gran Loggia di Albania
Oggi, a Tirana, nasce ufficialmente la Gran Loggia d'Albania. L'evento, particolarmente atteso, vede il Grande Oriente d'Italia tra i fondatori della Fratellanza albanese, in veste di Gran Loggia Madre. Con il Gran Maestro Gustavo Raffi, che ha fortemente creduto nel progetto di installare la Gran Loggia, saranno oggi presenti 12 Gran Logge ed i Rappresentanti del Sud e Nord America, del Giappone e di altre Obbedienze d'Europa. La cerimonia di installazione verrà officiata dal Segretario Generale della Conferenza Mondiale delle Gran Logge, Thomas Jackson, dal Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, dal Gran Maestro di Grecia, Nicolaos Vourgidis e dal Gran Maestro di Serbia, Petar Kostic.
Si compie così un percorso iniziato nel 2008, quando in seno al Grande Oriente d'Italia furono costituite tre logge in Albania, iniziando all'Arte Muratoria solo i Fratelli ivi residenti. Superato il periodo di gestazion…

Albania: Festivali i Këngës partecipanti rivelati

L’Eurovision fan site esctoday.com ha annunciato in esclusiva l’elenco degli artisti partecipanti alla prossima edizione del Festivali i Këngës 2012. Grandi nomi ritornano a partecipare come Frederik Ndoci (rappresentante dell’ESC 2007) e Mariza Ikonomi. Di seguito l’elenco dei cantanti partecipanti nella 50° edizioni del Festivali Këngës:

Altin GociBashkim AlibaliBojken LakoClaudio La ReginaDr. FloriElhaida DaniElton DedaEndri & Stefi PriftiEntela ZhulaEvans RamaFrederik NdoçiGoldi HaliliGerta MahmutajHersi MatmujaIris HoxhaKamela IslamajKujtim ProdaniMariza IkonomiMarjeta BilloMarsida SaraçiOrinda HutaRona NishliuRudina DeliaSaimir BrahoSamanta KaravellaSindi BerishaToni MehmetajXhensila MyrtezajNell’elenco possiamo individuare un certo numero di cantanti veterani che tentano la fortuna di nuovo all FiK 50. Molti di loro stanno tornando al concorso – Frederik Ndoci, che ha rappresentato l’Albania nell’ESC 2007 e Mariza Ikonomi, cantante molto popolare che ha partecipato in…

La Lobby albanese : Frattini , Lavitola e Meta

Un blog serbo in italia questa la Chiama Lobby , mah!!
La Lobby albanese : Frattini , Lavitola e Meta questo sito fonte foto http://serbia-italia.blogspot.com/ parla addirittura di lobby
Una delle tante prove della Lobby italo albanese




SERBI, ALBANESI… E ALIENI

L’impressione generale che abbiamo leggendo i giornali o guardando la televisione è che nessuno abbia la più pallida idea di cosa potrà succedere al nord del Kosovo. Anche solo una mossa sbagliata potrà far esplodere un conflitto a livello regionale. Per complicare di più le cose, sui valichi amministrativi volano gli elicotteri croati della KFOR, e lo status quo è segnato da un silenzioso scambio di sassi tra albanesi e serbi.
Stavamo quasi per dimenticare le barricate che hanno dato inizio ai conflitti degli anni Novanta, come quelle nella Krajina e i treni che bloccavano le strrade a Vinkovci. Le barricate di massi sono tornate in Kosovo mentre la KFOR srotola il filo spinato.
A dare un tocco pittoresco al tutto ci sono i motociclisti che vogliono esprimere il loro sostegno ai serbi, persone che cucinano il cavolo o la croce alta sette metri che probabilmente sta a simboleggiare l’aspetto religioso del conflitto.
Mentre la vita va avanti in una stabile tensione, cominc…